CIM …….resa dei conti!!!!!

Andare in basso

CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Mer Lug 14, 2010 9:34 am

Nel prossimo consiglio comunale giungerà in aula “un compromesso” sulla vicenda. Non conosco la reale portata del documento, però da voci attendibili sembrerebbe che la maggioranza ed una parte dell’opposizione abbiano concordato la manovra……
PS forse il consiglio si terrà in questa settimana.


Ultima modifica di MARCI il Mer Lug 14, 2010 5:00 pm, modificato 1 volta

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  giacamino il Mer Lug 14, 2010 12:55 pm

Chi ci capisce è bravo, prima il neo assessore dell’opposizione viene convocato per partecipare alla riunione di maggioranza di ieri sera e poi gli dicono resta a casa. Annamo bene, se si va avanti così ne faremo de cose a stu comune.

giacamino

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 07.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Ven Lug 16, 2010 10:19 am

Come avevo preannunciato, oggi 16 luglio alle ore 17,00, è stato convocato il Consiglio Comunale per trattare, tra l’altro, il seguente punto all’ordine del giorno:
IPOTESI DI TRANSAZIONE SULLA VICENDA CIM - INDIRIZZO CONSILIARE.
A solo titolo informativo ho chiesto ad alcuni consiglieri se l’ipotesi di che trattasi è “sostenuta” da una documentazione. La risposta è stata molto evasiva …….. Ma…aspettiamo gli eventi……

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Lun Lug 19, 2010 10:17 am

Nel consiglio Comunale del 16 luglio è stato trattato, tra l’altro, anche l’ordine del giorno:
IPOTESI DI TRANSAZIONE SULLA VICENDA CIM - INDIRIZZO CONSILIARE.

Ipotesi di transazione: per i nove consiglieri comunali, che hanno votato l’ordine del giorno, questa “definizione” ha significato l’attribuzione al Sindaco del “potere” di determinare un accordo con la Società CIM per eliminare tutte le controversie in atto e assentire alla stipula di un nuovo contratto alle condizione individuate nel corso di una riunione in prefettura.
Non me ne voglia il Sindaco, ma si rende necessario “offrire” all’attenzione dei cittadini alcuni elementi di riflessione trascurati nel corso del “ridotto e limitato” dibattito in aula. Infatti, forse abbiamo dimenticato che la parte offesa è la P.A. e quindi, è la società interessata che deve “richiamare” l’attenzione sulla questione proponendo un’offerta che, poi, deve essere preventivamente vagliata dagli Uffici comunali, previo il parere di un legale di fiducia dell’Amministrazione. E poi, ricordiamoci che la non applicazione delle Leggi dello Stato in materia di contratti, oltre che rendere gli atti nulli, comporta delle responsabilità individuali. Allora, come uscirne fuori? Personalmente, ribadisco che attualmente l’unico “istituto” proponibile rimane l’arbitrato.
A solo titolo informativo riporto di seguito gli articoli del c.c. che disciplinano il contratto di transazione:
Della transazione
Art. 1965.
Nozione.
La transazione è il contratto col quale le parti, facendosi reciproche concessioni, pongono fine a una lite già incominciata o prevengono una lite che può sorgere tra loro.
Con le reciproche concessioni si possono creare, modificare o estinguere anche rapporti diversi da quello che ha formato oggetto della pretesa e della contestazione delle parti.
Art. 1966.
Capacità a transigere e disponibilità dei diritti.
Per transigere le parti devono avere la capacità di disporre dei diritti che formano oggetto della lite.
La transazione è nulla se tali diritti, per loro natura o per espressa disposizione di legge, sono sottratti alla disciplina delle parti.
Art. 1967.
Prova.
La transazione deve essere provata per iscritto, fermo il disposto del n. 12 dell'articolo 135

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Ven Lug 30, 2010 10:56 am

Deliberazione di Consiglio n. 35 del 16 luglio 2010 “ Ipotesi di transazione sulla vicenda CIM. Indirizzo consiliare”.
Non entro nel merito della scelta operata, però di norma, quando una Pubblica Amministrazione intende effettuare una transazione, è il privato che attiva la procedura di conciliazione attraverso una proposta scritta. Detta proposta è esaminata dal funzionario responsabile per le valutazioni di competenza mentre un avvocato verifica la compatibilità giuridica ed infine il Consiglio, tenendo conto dei pareri espressi, esprime la volontà politica sulla questione, proponendo se del caso ulteriori garanzie o modifiche nell’interesse della comunità locale.
Certamente il suffragio dei voti favorevoli ottenuti dovrebbe indurre i responsabili dei partiti, che sostengono la compagine amministrativa, ad effettuare una verifica politica sullo stato di salute dell’attuale maggioranza.
Informazione dell’ultima ora (da verificare l’attendibilità) sembrerebbe che la società abbia riformulato l’offerta proposta dall’Amministrazione Comunale.

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Gio Set 16, 2010 8:55 am

La situazione “appare” di difficile gestione… le parti interessate non trovano soluzioni, mentre i dipendenti e la comunità locale continuano a chiedersi dove si intende arrivare!!!!!
Personalmente, mi sembra di assistere ad una telenovela…senza intravederne la fine!!!!


MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  giacamino il Gio Set 16, 2010 9:35 am

Da notizie apprese da “radio parlante” si dice che i dipendenti sono mesi che percepiscono solo una parte dello stipendio e che dalla prossima settimana rimarranno “ a bocca asciutta”. Mi aspetto di vedere intanto che gli assessori dare una parte dell’indennità per far un fondo “pro-operai”. E’ anche l’occasione per stabilirsi la somma dell’indennità dei nuovi assessori ormai sono mesi che sono stati nominati.

giacamino

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 07.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Ven Ott 01, 2010 1:16 pm

Consiglio Comunale 30 settembre 2010

Pur non entrando nel merito “politico” della questione debbo registrare che il documento sottoscritto tra le parti (P.A. e CIM) potrebbe rappresenta un buon punto di partenza per definire le “controversie” in corso, e, tenendo nella dovuta considerazione “l’interesse della Comunità locale”, concorrere ad armonizzare i rapporti giuridici ed economici tra Comune e Società. Ciò nonostante si rileva, a parere del sottoscritto, che l’atto in causa presenta “vuoti” che non trovano il necessario sostegno, stante la presenza di una molteplicità di “problematiche” da dissolvere. Infatti, “l’estensore” chiamato a redigere l’atto ha utilizzato, nel “comporre” l’articolato in questione, una serie di definizioni finalizzate, secondo il caso, a sostenere un equo equilibrio “tra le materie trattate” chiamando l’atto una volta verbale, poi protocollo d’intesa, successivamente prolungamento del contratto e per finire atto di transazione. Capisco le difficoltà riscontrate e ad essere sincero non invidio l’esecutore (funzionario del comune) che dovrà trasformare “gli impegni” assunti in atti amministrativi attuativi!!!!

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Gio Ott 07, 2010 10:10 am

In merito alla questione di che trattasi ed in considerazione degli atti che si intendono “attivare” mi permetto di sottoporre all’attenzione degli interessati alcune norme del Decreto Legislativo n. 267 del 2000:
Articolo 42
Attribuzioni dei consigli.
1. Il consiglio è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo.
2. Il consiglio ha competenza limitatamente ai seguenti atti fondamentali:
a) statuti dell’ente e delle aziende speciali, regolamenti salva l’ipotesi di cui all’art. 48, comma 3, criteri generali in materia di ordinamento degli uffici e dei servizi;
b) programmi, relazioni previsionali e programmatiche, piani finanziari, programmi triennali e elenco annuale dei lavori pubblici, bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni, rendiconto, piani territoriali ed urbanistici, programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione, eventuali deroghe ad essi, pareri da rendere per dette materie;
c) convenzioni tra i comuni e quelle tra i comuni e provincia, costituzione e modificazione di forme associative;
d) istituzione, compiti e norme sul funzionamento degli organismi di decentramento e di partecipazione;
e) organizzazione dei pubblici servizi, costituzione di istituzioni e aziende speciali, concessione dei pubblici servizi, partecipazione dell’ente locale a società di capitali, affidamento di attività o servizi mediante convenzione;
f) istituzione e ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote; disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi;
g) indirizzi da osservare da parte delle aziende pubbliche e degli enti dipendenti, sovvenzionati o sottoposti a vigilanza;
h) contrazione di mutui e aperture di credito non previste espressamente in atti fondamentali del consiglio ed emissioni di prestiti obbligazionari;
i) spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, escluse quelle relative alle locazioni di immobili ed alla somministrazione e fornitura di beni e servizi a carattere continuativo;
l) acquisti e alienazioni immobiliari, relative permute, appalti e concessioni che non siano previsti espressamente in atti fondamentali del consiglio o che non ne costituiscano mera esecuzione e che, comunque, non rientrino nella ordinaria amministrazione di funzioni e servizi di competenza della giunta, del segretario o di altri funzionari;
m) definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune presso enti, aziende ed istituzioni, nonché nomina dei rappresentanti del consiglio presso enti, aziende ed istituzioni ad esso espressamente riservata dalla legge.
3. Il consiglio, nei modi disciplinati dallo statuto, partecipa altresì alla definizione, all’adeguamento e alla verifica periodica dell’attuazione delle linee programmatiche da parte del sindaco o del presidente della provincia e dei singoli assessori.
4. Le deliberazioni in ordine agli argomenti di cui al presente articolo non possono essere adottate in via d’urgenza da altri organi del comune o della provincia, salvo quelle attinenti alle variazioni di bilancio adottate dalla giunta da sottoporre a ratifica del consiglio nei sessanta giorni successivi, a pena di decadenza.

Articolo 49
Pareri dei responsabili dei servizi.
1. Su ogni proposta di deliberazione sottoposta alla giunta ed al consiglio che non sia mero atto di indirizzo deve essere richiesto il parere in ordine alla sola regolarità tecnica del responsabile del servizio interessato e, qualora comporti impegno di spesa o diminuzione di entrata, del responsabile di ragioneria in ordine alla regolarità contabile. I pareri sono inseriti nella deliberazione.
2. Nel caso in cui l’ente non abbia i responsabili dei servizi, il parere è espresso dal segretario dell’ente, in relazione alle sue competenze.
3. I soggetti di cui al comma 1 rispondono in via amministrativa e contabile dei pareri espressi.


Art. 97
Ruolo e funzioni del segretario comunale .
1. Il comune e la provincia hanno un segretario titolare dipendente dall’Agenzia autonoma per la gestione dell’albo dei segretari comunali e provinciali, di cui all’art. 102 e iscritto all’albo di cui all’art. 98.
2. Il segretario comunale e provinciale svolge compiti di collaborazione e funzioni di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi dell’ente in ordine alla conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti.
3. Il sindaco e il presidente della provincia, ove si avvalgano della facoltà prevista dal comma 1 dell’art. 108, contestualmente al provvedimento di nomina del direttore generale disciplinano, secondo l’ordinamento dell’ente e nel rispetto dei loro distinti ed autonomi ruoli, i rapporti tra il segretario ed il direttore generale.
4. Il segretario sovrintende allo svolgimento delle funzioni dei dirigenti e ne coordina l’attività,
salvo quando ai sensi e per gli effetti del comma 1 dell’art. 108 il sindaco e il presidente della provincia abbiano nominato il direttore generale. Il segretario inoltre:
a) partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni del consiglio e della giunta e ne cura la verbalizzazione;
b) esprime il parere di cui all’art. 49, in relazione alle sue competenze, nel caso in cui l’ente non abbia responsabili dei servizi;
c) può rogare tutti i contratti nei quali l’ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell’interesse dell’ente;
d) esercita ogni altra funzione attribuitagli dallo statuto o dai regolamenti, o conferitagli dal sindaco o dal presidente della provincia;
e) esercita le funzioni di direttore generale nell’ipotesi prevista dall’art. 108, comma 4.
5. Il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, può prevedere un vicesegretario per coadiuvare il segretario e sostituirlo nei casi di vacanza, assenza o impedimento.
6. Il rapporto di lavoro dei segretari comunali e provinciali è disciplinato dai contratti collettivi ai sensi del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29 e successive modificazioni ed integrazioni.

Tutto ciò premesso al fine di contribuire alla realizzazione di atti conformi ai dispositivi normativi vigenti ed evitare eventuali provvedimenti annullabili per la presenza di “vizio”per eccesso di potere da parte dell’organo deliberate. Infatti, come avevo già precedentemente rappresentato “IL VERBALE” racchiude almeno tre “situazioni” che devo essere “recepite” con atti di diversa natura secondo la finalità “concordata tra le parti”. Quindi, il solo provvedimento proposto alla votazione dell’assemblea consiliare “potrebbe” risultare privo del necessario “potere”!!!!!

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

quali sono i neo assessori dell'opposizione

Messaggio  nicola il Gio Ott 07, 2010 9:32 pm

giacamino ha scritto:Chi ci capisce è bravo, prima il neo assessore dell’opposizione viene convocato per partecipare alla riunione di maggioranza di ieri sera e poi gli dicono resta a casa. Annamo bene, se si va avanti così ne faremo de cose a stu comune.

nicola

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 23.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  nicola il Gio Ott 07, 2010 9:35 pm

a cosa serve il neo assessore della minoranza nella riunione che riguarda la cim,quando fino a ieri sono stati bravi solo a criticare,senza però trovare una soluzione del problema. secondo me sta bene a casa,almeno per altri 3 anni

nicola

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 23.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  giacamino il Lun Ott 11, 2010 8:55 am

Ma qualcuno ci vuole spiegare come stanno le cose. Da tutta sta storia almeno gli operai possono tira un sospiro di sollievo o tra un mese siamo punto e a capo.

Certo che in consiglio tra maggioranza e minoranza c’è stato solo da ridere, ma alla fine si è votato qualcosa di concreto oppure dobbiamo aspettare ancora.

Mi chiedo perché della maggioranza nessuno parla eppure c’è gente preparata ed istruita possibile che solo il sindaco ha qualcosa da dire e gli altri tutti zitti ed allineati, ma mica vi hanno votato per fare la comparsa qualcuno parlerà prima della fine

giacamino

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 07.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  nicola il Lun Ott 11, 2010 8:44 pm

noi abbiamo al comune gente che non ha un minimo di preparazione politica, e una tremenda paura di parlare al pubblico,che politici,pultropp0o quando si vota,non si sceglie la qualità, ma la quantità di voti che uno porta,allora di cosa ci meravigliamo,la colpa è anche nostra,noi abbiamo assessore che stanno lì da 20 anni e non ha mai parlato,allora non ci lamentiamo,se marcellina non cresce mai.

nicola

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 23.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  igorrossi il Lun Ott 11, 2010 9:41 pm

...ribadisco che cmq non è certo colpa loro ma di chi li vota. Stanno lì per incombenze di natura puramente burocratica, perchè io mi domando: che altro cazzo fanno? ...e vediamo che pure le incombenze burocratiche le espletano nella maniera peggiore possibile! Non mi sembra cmq che la gente li gradisca poco anzi li premia e allora perchè se ne dovrebbe parlare?

igorrossi

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 13.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Gio Ott 21, 2010 1:38 pm

Con deliberazione n. 56 dell’8 ottobre 2010 il Consiglio Comunale ha “approvato il verbale di accordo transattivo tra il Comune di Marcellina e la Società C.I.M. S.p.A.” (pubblicazione 20/10/2010).
Nell’invitare i lettori a prendere visione dell’atto in questione sul sito istituzionale del Comune di Marcellina, riporto a solo titolo informativo la parte finale della deliberazione di che trattasi:

“DATO ATTO che sul presente provvedimento non vengono richiesti pareri ai Responsabili dei Servizi in quanto trattasi di accordo tra organi istituzionali;
DATO ATTO, altresì, che il Responsabile del Servizio, a seguito di questo indirizzo politico provvederà a tutti gli adempimenti necessari e prescritti;
PRESENTI e votanti n. 9
CON voti favorevoli UNANIMI
D E L I B E R A
PRENDERE ATTO ED APPROVARE il verbale di ACCORDO transattivo sottoscritto il 23 Settembre u.s., presso la Prefettura di Roma, così come concordato in precedenti incontri, alla presenza del Prefetto, del Sindaco, pro-tempore del Comune di Marcellina, del Responsabile della stessa Società CIM e di un rappresentante della Regione Lazio;
DARE ATTO che il Responsabile del Servizio, a seguito di questo indirizzo politico, provvederà a tutti gli adempimenti necessari e prescritti.”

Nel premettere che la deliberazione presenta una molteplicità di elementi che non trovano un puntuale sostegno normativo, mi corre l’obbligo di richiamare l’attenzione su alcune questioni, debitamente citate nel documento, per le quali è necessario, prima di iniziare a “dare atto”, formulare dispositivi che concorrano alla definizione delle procedure ancora in sospeso e che di fatto non consentono l’avvio di alcun nuovo procedimento.
Di fronte a tale scenario non invidio il funzionario che dovrà farsi “carico” di tradurre l’indirizzo politico ( ma non era l’approvazione di un accordo tra le parti, pubblico/privato) oggetto della deliberazione sopracitata in “tutti gli adempimenti necessari e prescritti”.
Forse sarebbe opportuno che tutti coloro che hanno votato favorevolmente, ai soli fini dell’ampliamento della conoscenza, dedicassero un po’ del loro tempo alla lettura o allo studio del diritto amministrativo, del codice civile, del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, della disciplina organica in materia di cave e torbiere e dell’organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la realizzazione del decentramento amministrativo, relativamente alla materia trattata.
Visto che la Regione ha approvato, da qualche mese, il piano delle attività estrattive perché la P.A. non coglie l’occasione per confrontarsi con la comunità locale in merito alle strategie che intende perseguire?

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Lun Nov 22, 2010 10:49 am

Ma tutte quelle procedure che dovevano essere attivate in merito all’accordo Sindaco-CIM a che punto stanno? Sembrava che tutto dovesse risolversi in un “battibaleno” …….
Comunque, a solo titolo di informazione si rende noto che la vicenda giudiziaria che interessa molti dei consiglieri comunali sta muovendo i primi passi.


MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Mer Gen 12, 2011 9:29 am

Chi sa come è andato a finire l’incontro programmato all’inizio della settimana tra Amministrazione e Società CIM sulla questione relativa “all’accordo transattivo” ……..
Se qualcuno ha informazioni è invitato a renderle note, anche perché la questione di che trattasi interessa l’intera comunità locale !!!!!

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  MARCI il Lun Mar 14, 2011 3:37 pm

Chi sa perché nel nostro Paese le attività della Pubblica Amministrazione devono rimane “segrete” e non rese di dominio pubblico. Infatti, si è conclusa da alcuni giorni la “questione CIM” e nessun amministratore, sindaco, assessore o semplice consigliere, ha illustrato alla comunità locale i termini dell’accordo sia sotto l’aspetto amministrativo che di tutela ambientale. Eppure, nel programma elettorale si è parlato tanto di partecipazione popolare, ma forse non ricordo bene!!!!!

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: CIM …….resa dei conti!!!!!

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum