Consiglio comunale del 29 dicembre 2010.

Andare in basso

Consiglio comunale del 29 dicembre 2010.

Messaggio  MARCI il Mer Dic 29, 2010 10:57 am

Un unico ordine del giorno: trasporto pubblico locale. Determinazioni.

Mi sono chiesto perché la P.A. ha convocato un consiglio comunale con un solo o.d.g. al termine dell’esercizio finanziario 2010?
La ricerca ha fornito le opportune informazioni del caso.
Infatti, la normativa comunitaria che disciplina i servizi pubblici di trasporto di passeggeri su strada impone inderogabilmente che entro il 31 dicembre 2010, tutti i servizi di trasporto pubblico locale devono essere affidati nel rispetto di quanto previsto dal regolamento (CE) n. 1370/2007 e di quanto stabilito dall’articolo 23-bis del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 (Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria) convertito, con modifiche, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.

Pertanto, nel rispetto di quanto stabilito dall’articolo 5 del regolamento (CE) n. 1370/2007 e dall’articolo 23-bis, commi 3 e 4, del d.l. 112/2008, convertito dalla L. 133/2008, la Regione e gli enti locali possono stabilire di fornire essi stessi i servizi di trasporto pubblico di passeggeri nei loro territori o di procedere all’affidamento diretto di contratti di servizio di trasporto pubblico locale a un soggetto giuridicamente distinto. Comunque, al fine di evitare l’interruzione dei servizi di trasporto pubblico locale, nelle more dell’espletamento delle procedure di gara ad evidenza pubblica o di affidamento diretto dei servizi sulla base di quanto stabilito dalle vigenti disposizioni legislative, gli attuali affidamenti sono prorogati fino alla conclusione delle procedure di gara o all’affidamento diretto dei servizi e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2010. Si fa presente, che tutti gli affidamenti attualmente in essere che siano stati aggiudicati mediante procedura ad evidenza pubblica rimangono in vigore fino alla loro naturale scadenza.

Quindi, la normativa relativa al trasporto pubblico locale sembra sufficientemente chiara anche per il consigliere comunale “più distratto”. Certamente, il particolare periodo di fine anno potrebbe indurre ad esaminare, discutere e votare l’ordine del giorno senza la necessaria consapevolezza che l’argomento impone; infatti, anche l’anno passato (dicembre 2009) è stato prorogato il contratto a favore dell’Italgas relativamente alla distribuzione del metano nel territorio comunale….



MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Consiglio comunale del 29 dicembre 2010.

Messaggio  MARCI il Gio Dic 30, 2010 1:29 pm

Come ho sempre sostenuto la conoscenza “amministrativa “ è la base su cui innalzare la progettualità di colui che intende intraprendere la “carriera” politica. Orbene, ieri sera ho assistito ad una rappresentazione (discussione dell’o.d.g.) priva di contenuti politici ed amministrativi da parte di alcuni esponenti della maggioranza. Fortunatamente, gli ex assessori e l’opposizione hanno evidenziato una certa incongruità tra il deliberato proposto e le competenze del Consiglio al punto che lo stesso Presidente dell’Assemblea (Sindaco Ricci) ha ritenuto “propositivo” raccogliere le indicazione proposte, trasformando la deliberazione da “determinazioni del Consiglio” in “direttive del Consiglio”. Infatti, con la proposta iniziale il Consiglio Comunale “individuava” la ditta alla quale affidare il servizio di trasporto locale (senza gara) e demandava al responsabile gli atti consequenziali, ma l’intuito “amministrativo” di alcuni consiglieri comunali (ex assessori ed opposizione) ha contribuito a chiarire che l’argomento in discussione non rientrava tra le competenze attribuite al Consiglio che di fatto avrebbe deliberato in netto contrasto con la normativa comunitaria e nazionale che “impone”, invece, obbligatoriamente l’assegnazione del servizio in questione attraverso gara pubblica. Quindi, l’esternazione di detti consiglieri con la quale hanno attestato la “volontà politica” di mantenere “vivo” detto servizio, ha reso possibile la votazione unanime del provvedimento (direttiva del Consiglio Comunale), appositamente predisposto dal Presidente dell’Assemblea ( Sindaco Ricci).

Non entro nel merito della discussione dell’assemblea, però mi corre l’obbligo di porre all’attenzione dei consiglieri comunali i provvedimenti di seguito elencati che disciplinano la materia dei servizi pubblici locali:

• regolamento (CE) n. 1370/2007;
• dall’articolo 23-bis, commi 3 e 4, del d.l. 112/2008, convertito dalla L. 133/2008;
• DPR 168/2010 “Regolamento in materia di servizi pubblici locali di rilevanza economica, a norma dell’articolo 23-bis, comma 10, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n.133″ (pubblicato in G.U. il 12.10.2010).

PS
A solo titolo informativo la deliberazione proposta presupponeva l’affidamento del servizio ad una società “in house” o una spa mista (ovvero società pubbliche con capitale del Comune).

MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Consiglio comunale del 29 dicembre 2010.

Messaggio  MARCI il Mer Gen 12, 2011 9:21 am

Con determinazione del direttore del 26 marzo 2010, n. 1764, avente per oggetto” Finanziamenti regionali, ex art. 30 legge regionale n. 30/98 in favore dei servizi di TPL della Regione Lazio per il periodo gennaio-dicembre 2010. Impegno Euro 70.229.715,50 sul capitolo D41508 del bilancio di previsione della Regione Lazio per l’esercizio finanziario 2010”, la Regione Lazio ha, inoltre, comunicato a tutte le Amministrazioni interessate che “relativamente ai Comuni ammessi ai finanziamenti dell’articolo 30 della L.R. n. 30/98, - qualora nei Comuni medesimi non vengano effettuate, nell’anno 2010, delle procedure ad evidenzia pubblica per l’individuazione del gestore del relativo servizio di Trasporto Pubblico Locale - è applicabile la previsione di cui all’articolo 8, lettera e) dell’articolo 23 bis della Legge n. 133/08 che, riferendosi al regime transitorio degli affidamenti non conformi a quanto stabilito ai commi 2 e 3 del medesimo articolo, recita, testualmente “ le gestioni affidate che non rientrano nei casi di cui alle lettere precedenti cessano comunque entro e non oltre la data del 31 dicembre 2010, senza necessità di apposita deliberazione dell’Ente affidante” .
Alla luce di quanto sopra esposto, appaiono estremamente riduttive le informazioni “divulgate” in sede di consiglio comunale dai relatori della maggioranza che molto probabilmente non avevano una piena conoscenza della normativa di settore e delle circolari emanate dalla Regione Lazio, visto che la proposta di deliberazione individuava l’assegnazione del servizio in causa ad una ditta privata senza l’espletamento di alcuna gara.


MARCI

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 08.07.10

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Consiglio comunale del 29 dicembre 2010.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum